Gli Artisti

21 Giugno venerdì

Uttern (ITA)

UTTERN è una realtà unica nel panorama italiano ed europeo, che unisce potenza e femminilità in un mix esplosivo di musica pagano-sciamanica. In pochi anni hanno guadagnato l’attenzione e l’affetto di migliaia di fan, suonando nei più grandi festival italiani di musica celtica quali il Triskell stesso, Montelago, Monterenzio, Bundan, e molti altri. Il loro successo nasce dalla genuina connessione con il femminile sacro, la Madre Divina e l’antico sentire dell’Europa Pagana, che il pubblico vive e fa vibrare dentro di sé in ogni spettacolo. Il loro concerto è un grande rituale musicale, dove gli elementi acqua-fuoco-terra-aria si uniscono al quinto, lo Spirito. La musica, la sacralità e la danza diventano un tutt’uno, a volte vorticoso, a volte mistico, col fine di celebrare la Vita in tutta la sua pienezza. Il loro primo EP, tanto atteso, è uscito il 21 settembre 2018, con eccellenti risultati: nel primo mese “Gudinna” conquista il terzo posto della classifica Amazon.it di musica folk e in poco meno di due mesi supera i 1000 ascolti su Spotify. 

https://www.utternofficial.com/it_IT/

Waldkauz (DE)

Canti della antica magia, la saggezza della natura e l'estasi della danza. Sonorità energiche e selvagge ma anche eteriche e sognanti fluiscono dal palcoscenico al pubblico. Ed ancora il tema dei vecchi miti e antiche leggende, con il loro potere e i loro segreti risuonano nella musica della band fino ad oggi. Questi sono i Waldkauz.

Basandosi su strumenti storici e moderni, combinano le proprie composizioni con le influenze della musica folk europea; ritmi ballabili si intrecciano con melodie orecchiabili e arrangiamenti a tre voci incantano il pubblico. Vantano un'esperienza di sei anni come gruppo itinerante e da palco sia a livello nazionale sia internazionale. Tra gli eventi passati di alto livello ci sono il Wacken Open Air, il Wave Gotik Treffen, il Castlefest nonchè l’Autumn Moon Festival. La band ha anche vinto il nuovo premio del rinomato Festival Mediaval di Selb in Baviera e si è esibita numerose volte al Mittelalterlich Phantasie Spectaculum (MPS), la più grande fiera medievale itinerante del mondo. Nella primavera del 2017 pubblicarono il loro secondo album Mythos, compiendo così un ulteriore balzo di popolarità. Una produzione raffinata ed estesa che raccoglie l'attenzione e l'elogio di stampa e pubblico da Germania e da altri paesi europei. Prima di questo pubblicarono il loro album di debutto "Komm mit" che riscosse un buon successo in quel periodo.

http://www.wald-kauz.de

22 Giugno sabato

Boira Fusca  (ITA)

Dalle colline dell'Alto Canavese, cosparse di boschi profondi ed insediamenti rurali dove le vecchie tradizioni ancora sopravvivono, provengono i Boira Fusca. Le melodie da essi proposte affondano le radici nel tempo, quando nelle sere di luna gli abitanti dei villaggi al termine di una giornata di fatica si radunavano per danzare, bere e raccontarsi novelle. Forte di questa suggestione il quintetto ha all'attivo un CD e numerosi concerti in alcune delle realtà musicali più prestigiose situate in tutta Italia e Svizzera. La loro musica, in larga misura strumentale, Ë una rivisitazione in chiave elettrica di antiche melodie tradizionali, appartenenti principalmente all'area celtica, in grado di trasportare l'ascoltatore al cospetto di un arcano sentimento che resta immutabile e immutato attraverso il tempo.

https://www.boirafusca.com/

Gens d'Ys (ITA)

I Gens d’Ys capitanati da Umberto Crespi, portano le loro danze in quasi tutta Italia – da Milano a Roma, da Aosta a Trieste – in Francia in Svizzera e in Germania. Pensando agli esordi legati alla tradizione, è evidente il cammino percorso: sulla scia degli entusiasmanti Riverdance e Lord of the Dance, i Gens d’Ys offrono esibizioni avvincenti e sfavillanti coreografia in cui lo studio del passato è oggi solida base per il dinamismo di ritmi più sostenuti. I diversi momenti dello show, scanditi dal cambio frequente dei costumi, alternano danze popolari a sorprendenti rivisitazioni dei passi tradizionali eseguite con le “heavy shoes”. Le danze sono sia tradizionali sia di creazione personale. Da anni, sono acclamati ospiti fissi del Triskell, nonchè partner del Festival.

http://www.gensdys.it/

23 Giugno domenica

Micro Irish Band (ITA)

Una passione per la musica Irlandese e Celtica scoperta quasi per caso, dopo essersi “ritrovati tra le mani” alcuni strumenti della tradizione. Perché Micro Irish Band? Partirono in due sul finir del 2012, senza neanche immaginare che da lì a poco si sarebbero aggiunti nuovi compagni alla Crew. Tradizionali ballads, jigs, reel, hornpipes e sea shanties, non solo Irlandesi ma anche Scozzesi e Bretoni, strumenti tipici e non, aggiungeteci un tocco personale…e gli ingredienti ci sono tutti! Uno spettacolo in continua evoluzione, fatto di ritmi incalzanti e melodie coinvolgenti, in cui non mancheranno momenti di grande atmosfera che vi faranno immergere nell’Irlanda più mistica e vi proietteranno tra i suoi verdi prati. Un viaggio attraverso la musica e le storie, i balli e i costumi legati alle Terre Celtiche, che vi proietterà tra i verdi prati d'Irlanda e le Highlands Scozzesi sino a giungere in Bretagna.

https://www.facebook.com/MicroIrishBand/

Macushla (IRL)

Il gruppo irlandese Alternative Folk dei Macushla si è unito con l'obiettivo di portare la loro musica originale unica ed entusiasmante nel circuito dei concerti di Folk, Rock e World Music europei. Descritti come "grezzi ed eccitanti", mescolano la loro esperienza frutto di molti stili musicali diversi, creando così un genere caratteristico ma ben radicato nella musica e nella canzone tradizionali irlandesi. I Macushla hanno all’attivo diversi tour di concerti in Irlanda, Danimarca, Svizzera e Italia, dove hanno suonato al prestigioso Triskell International Celtic Festival a Trieste. Il suono unico di Macushla è composto dal frontman, chitarrista e cantante Brian Brody, Andy Slowey al basso, Al Cowan alla batteria e percussioni, Goshia Gasior al violino e alla voce e il multi strumentista Matt Hanaphy alla chitarra, banjo, mandolino, bouzouki e voce . I Macushla hanno ricevuto paragoni, il più regolare dei quali sarebbe The Pogues, The Waterboys e anche The Dubliners, ma con un tocco di modernità nella loro musica. Macushla esegue anche alcune classiche canzoni irlandesi tradizionali, mettendo su di esse una propria identità unica. Il vocalist Brian Brody dice: "Macushla crede che la moderna musica popolare irlandese abbia il potenziale per raggiungere un pubblico più ampio e giovane. Vogliamo esibirci con entusiasmante nuova musica irlandese originale e portare qualcosa di nuovo alla scena ".

https://www.macushlaband.com/

24 Giugno lunedì

In Vino Veritas (ITA)

IN VINO VERITAS è la band Pagan Medieval Folk che dal 2010 si esibisce presso i maggiori festival di musica medievale, celtica, folk, pagan e alternative, collezionando più di 700 date in molti paesi d’Europa, tra cui Croazia, Repubblica Ceca, Bretagna, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Danimarca e così via. I primi anni di attività del gruppo sono caratterizzati da molto studio e da un’estesa ricerca in ambiti filologici relativi soprattutto alle musiche medievali e celtiche. Successivamente i musici iniziano a contaminare progressivamente il proprio sound, attingendo dallo specifico e variegato background dei singoli membri, al punto da far emergere un’identità peculiare capace di mescolare ritmi trance, melodie ariose, sonorità nordiche e calorose armonie folk-rock. Dopo il successo degli ultimi anni dello spettacolo in maschera Bestiarium, IN VINO VERITAS cambia veste e ci presenta un nuovo disco, Grimorium Magi, ispirato dalle tradizioni pagane e dai culti stregoneschi medievali, dalla magia celtica, dall’estetica del gotico e dei gargoyle. Il sound della band evolve ulteriormente verso un sapore tanto arcaico quanto moderno, che dona nuova voce e nuovo incanto agli strumenti e ai miti del passato.

https://www.facebook.com/InVinoVeritasMusici/

25 Giugno martedì

Spiritual Seasons (UA)

Gli Spiritual Seasons sono un gruppo folk medievale proveniente da Kharkov in Ucraina, che ha saputo coniugare differenti culture musicali quali la scandinava e quella celtica. Si sono formati nel 1994, ma hanno iniziato a esibirsi in concerti solo dal 2004. La maggior parte delle loro composizioni sono melodie e canzoni scandinave, celtiche e medievali del centro e nord Europa. Si sono esibiti in centinaia di concerti in paesi come Ucraina, Russia, Bielorussia, Moldavia, Bulgaria, Germania, Lituania, Lettonia, Polonia, Repubblica Ceca, Germania, Romania, Cipro, Malesia e partecipano costantemente a festival musicali storici e non, di mezzo mondo. Negli anni il loro repertorio si è ulteriormente ampliato con l'acquisizione di culture di paesi come la Francia, la Germania, la Finlandia, la Bretagna, l'Alvernia e altri ancora. Le esibizioni della band, sono spesso accompagnate da danze tradizionali eseguite da una coppia di ballerini al loro seguito. Non c'è pericolo di annoiarsi, data la vasta gamma di brani proposti che scaturisce dalle loro ricerche sulle tradizioni musicali dei vari popoli d'Europa, sia nelle epoche passate che ai tempi d'oggi. Sul palco sprigionano un'energia positiva e contagiosa per far ballare e cantare tutti insieme. Per la prima volta sul palco del Triskell. 

https://www.facebook.com/spiritualseasons/

26 Giugno mercoledì

Autre Chant (ITA)

Gli Autre Chant nascono nel 2011 dall’incontro dei fratelli Rizzo e l’organettista Alessandro Strano. Da quel momento scatta un’intesa musicale che inizia a produrre brani propri e tradizionali della cultura Occitana. Nel tempo si aggiungono altri elementi e, con vari cambi e alternanze arrivano al 2015 quando entrano a far parte del gruppo un bassista ed un batterista. A quel punto appare inevitabile una svolta allo stile musicale; mescolando i classici canoni della musica occitana, celtica e del balfolk con quelli del Punk, Reggae, Rock classico e Hard Rock, e puntando così sulla grande varietà degli strumenti folk tradizionali a cui vengono affiancati con pari importanza di suono degli strumenti più elettrici ed "eretici", ottengono così un sound più corposo e deciso, in grado di arrivare a platee più ampie e pubblico maggiormente eterogeneo. Nel 2016 pubblicano il loro primo album omonimo autoprodotto, a cui seguono due singoli nel 2017.

https://www.facebook.com/Autrechant/

Fabula (DE)

Band oramai di casa al Triskell. Formati nel 1995, i Fabula arrivano dalla Sassonia. Il loro forte impatto musicale rapisce chiunque li ascolti, grazie alle cornamuse medievali e ai grandi tamburi. La band si esibisce nelle rievocazioni medievali e in castelli, nei festival e in feste folcloristiche e sono sempre in giro per l’Europa. Si differenziano dagli altri gruppi medievali, grazie all'inserimento di influenze scozzesi celtiche e bretoni nei loro lavori e il risultato che ne deriva è assolutamente caratteristico. I suoni delle potenti cornamuse medievali e dei roboanti tamburi miscelati alle melodie tradizionali e agli adattamenti personali del gruppo, sicuramente, assieme agli abiti di scena, fanno dei Fabula Aetatis una band unica. Hanno all’attivo quasi 1000 concerti tra feste medievali ed sibizioni varie in tutta Europa.

I Fabula promuoveranno il Festival già con esibizioni da strada in Germania, sul litorale della Slovenia, Trieste, Muggia, Grado, Gorizia, Monfalcone, Gorizia e a Duino Aurisina grazie alla collaborazione del partenariato con la ProLoco del Mitreo. A Sistiana, si esibirà giovedì 27 nel corso della mattinata.

http://www.fabula-aetatis.de/cms/

27 Giugno giovedì

Selfish Murphy (RO)

I Selfish Murphy nascono nel 2011 in Transilvania (Romania). La formazione ha scelto uno stile musicale che fino allora era sconosciuto in Romania, è stata la prima band che ha suonato il cosiddetto punk rock celtico/irlandese. Le loro canzoni trasmettono l’entusiastica sensazione dello stile di vita celtico e la tipica atmosfera festosa di un pub irlandese. La maggior parte delle canzoni è allegra e facile da digerire. Nel loro repertorio possiamo trovare canzoni tradizionali irlandesi che sono molto popolari in tutto il mondo quali: Drunken Sailor, All For Me Grog, Leaving Of Liverpool, Wild Rover ecc., suonati in versione punk celtico. Poi ci sono anche cover di pezzi famosi moderni quali: Wake Me Up, Hey Brother, With Or Without You ed altre, convertite in stile folk irlandese. Queste canzoni vengono integrate con composizioni proprie delle band, improntate sulla semplicità e il dinamismo tipico delle Drinking Song e Scottish Song. Per riassumere, la band può essere identificata con tre parole: musica + birra + festa = Selfish Murphy!

http://selfishmurphy.com

Fabula (DE)

Band oramai di casa al Triskell. Formati nel 1995, i Fabula arrivano dalla Sassonia. Il loro forte impatto musicale rapisce chiunque li ascolti, grazie alle cornamuse medievali e ai grandi tamburi. La band si esibisce nelle rievocazioni medievali e in castelli, nei festival e in feste folcloristiche e sono sempre in giro per l’Europa. Si differenziano dagli altri gruppi medievali, grazie all'inserimento di influenze scozzesi celtiche e bretoni nei loro lavori e il risultato che ne deriva è assolutamente caratteristico. I suoni delle potenti cornamuse medievali e dei roboanti tamburi miscelati alle melodie tradizionali e agli adattamenti personali del gruppo, sicuramente, assieme agli abiti di scena, fanno dei Fabula Aetatis una band unica. Hanno all’attivo quasi 1000 concerti tra feste medievali ed sibizioni varie in tutta Europa.

http://www.fabula-aetatis.de/cms/

28 Giugno venerdì

Celtic Pixie (ITA)

Il gruppo nasce nel 2011 dalla comune passione dei componenti verso la musica folk proveniente della cosiddetta “area celtica” (Irlanda, Bretagna, Scozia e Galizia) e dall’idea di farla conoscere ed apprezzare a quanta più gente possibile, privilegiando gli strumenti acustici per conservare al meglio le  sonorità più autentiche e popolari. La scelta del nome si riferisce al tipo di musica abbinato a un dispettoso folletto del Devon. In questi anni la band ha tenuto numerosissimi concerti in variegati contesti: festival folk, presentazioni letterarie, spettacoli teatrali, manifestazioni culturali di vario tipo e, naturalmente, nei più genuini irish pub. Attiva anche nel sociale la band ha offerto il suo contributo musicale collaborando gratuitamente con associazioni di volontariato locale e nazionale. Ad oggi i Celtic Pixie hanno prodotto due album di brani tradizionali da loro arrangiati, Peekaboo (2013) e Elements (2015). Attualmente è in lavorazione il terzo album dedicato principalmente al ballo, aspetto primario della musica folk.

https://www.facebook.com/Celtic.Pixie.Italy

Clan of Celts (UK)

Musicisti affermati e con esperienza, sono stati in tour e fatto concerti negli ultimi 25 anni ciascuno con diverse band conosciute e rispettate, sia nel Regno Unito che in tutto il mondo. Però tutti sentivano che un giorno sarebbero tornati alle loro radici celtiche, e quel giorno arrivò!

Dopo essersi incontrati, un batterista professionista con forti connessioni celtiche, un rinomato violinista e chitarrista con base a Londra, un esperto musicista con banjo e fisarmonica, a quel punto il Clan fu completato. Di tanto in tanto ingaggiano alcuni dei migliori musicisti irlandesi tradizionali e irlandesi che poi appaiono in alcuni dei loro album e negli spettacoli dal vivo. Unendo tutte le loro esperienze e influenze musicali che spaziano tra Rock, Metal, Country, Punk, Classical e, naturalmente, Irlandese tradizionale, hanno creato uno stile unico ed originale di cosiddetto Celtic-Rock, un suono inconfondibile che viene offerto con orgoglio celtico, passione, impegno e rispetto per le nostre radici tradizionali.

https://www.facebook.com/clanofcelts/

 

29 Giugno sabato

Bog Bards (SLO)

I Bog Bards è una band composta da sei giovani musicisti provenienti da Domzale, che propongono musica tradizionale irlandese da circa dieci anni. Durante questo periodo, si sono esibiti su tanti palcoscenici, dai più piccoli pub e bar locali, ad alcune delle più grandi manifestazioni e festival in Slovenia e all'estero. Sono appassionati e divoratori di tutto ciò che è irlandese. Il loro modo di interpretare la musica si rifà alla vita dura nelle torbiere e alle poesie dei bardi itineranti. Gli arrangiamenti sono tipicamente irlandesi, dalle più tristi arie e ballate alle più gioiose jigs e reels. La loro energia positiva crea un'atmosfera che richiama verdi colline, scure brughiere e pinte di ottima birra irlandese e whiskey, servite in un autentico pub di campagna, dove canti, flauti e bodhran evocano i bei vecchi tempi. Violino, chitarra e contrabbasso invece riporteranno i tuoi pensieri al momento attuale, dove non resisterai a ballare e cantare, e bere un paio di pinte!

https://www.facebook.com/bogbards.si/

Tir Nan Og (DE)

Tir Nan Og (dal gaelico: terra dei sempre vivi), sono sei musicisti dalla Baviera che da più di 15 anni si sono esibiti nell'Europa centrale in più di 300 concerti. A prescindere che si tratti di un pub accogliente o di un grande festival, i Tir Nan Og si sentono a casa e sanno trascinare il proprio pubblico come poche altre band. È impossibile sfuggire allo spettacolo energetico, alla forza musicale indomita e al carattere della band.  Uniscono stili musicali diversi quali rock, reggae e punk, in un mix straordinario che rimane fedelmente radicato nel folk rock celtico. Brani tradizionali combinati ingegnosamente con canzoni originali e popolari famose, vestite con abiti rock esuberanti. Tutto questo amalgamato a ritmi incalzanti e ballabili, rende la musica dei Tir Nan Og un piacere per le orecchie e fa muovere tutto braccia e gambe. La sezione ritmica è composta da chitarre, batteria, violino, flauti e cornamuse,  supportata dalla voce rock di Sarah.

https://www.facebook.com/tirnanogofficial/

30 Giugno domenica

To Loo Loose (ITA)

La “The To Loo Loose Band” è nata a Trieste nel 1995 dall'incontro tra elementi attivi da anni nell’ambiente della musica folk e inguaribili rockettari, con l’intento di sperimentare nuovi arrangiamenti sulla musica tradizionale irlandese. I To Loo Loose non suonano con l’obiettivo di riproporre fedelmente le suggestioni della verde Irlanda, ma con l'intento di calarle nella nostra realtà musicale e culturale. Sui ritmi mesti o sugli scatenati sincopati dell’isola verde, cuciono un sound capace di far rivivere i brani della tradizione irlandese in composizioni completamente nuove. Si avvicinano i 25 anni di carriera nei quali hanno conquistato palchi di ogni genere e interpretato innumerevoli pezzi della tradizione Celtica, arricchendo a loro modo i celtic standards con ingredienti derivati dalle influenze dei tanti musicisti che in tutto questo tempo hanno militato nella band.

https://www.facebook.com/ToLooLoose/