Artisti

PASSIBILE DI VARIAZIONI
16 Settembre mercoledì

La Corte di Lunas (ITA)

Corte-di-Lunas_edited.jpg

Per la rassegna "Spazio ai gruppi Locali",  la Corte di Lunas aprirà il ventennale. Nascono come formazione medievale, e pubblicano il primo album nel 2010, “Plaudite ‘sì più forte”. Alcuni anni dopo, esce "Ritual", dando spazio ad una voce femminile e ad alcuni pezzi originali. In seguito il sound diventa più energico e rock, e da questa nuova commistione nasce “Lady of the lake” (2015), disco originale nelle musiche e nei testi, fatta eccezione per il brano “The Circle”. Seguono EP e video. La volontà della formazione attuale è quella di tornare alle origini e alle tradizioni della terra friulana, ritrovando nelle proprie radici territoriali un ulteriore significato di ricerca compositiva e narrativa. Con questo intento, esce nel 2020 il nuovo album "Tales from the Brave Lands", raccolta di 11 brani incentrati sulle storie e tradizioni del Friuli Venezia Giulia, dal quale è stato tratto il video del primo singolo "Vida".

La Corte di Lunas

17 Settembre giovedì

To Loo Loose Reunion (ITA)

ToLoLoose_1.jpg

I To Loo Loose nascono a Trieste nel 1995 dall'incontro tra elementi attivi da anni nell’ambiente della musica folk e inguaribili rockettari, con l’intento di sperimentare nuovi arrangiamenti sulla musica tradizionale irlandese. La band non suona con l’obiettivo di riproporre fedelmente le suggestioni della verde Irlanda, ma con l'intento di calarle nella nostra realtà musicale e culturale. Sui ritmi mesti o sugli scatenati sincopati dell’isola verde, cuciono un sound capace di far rivivere i brani della tradizione irlandese in composizioni completamente nuove.

Nel 2020, celebrano con noi i 25 anni di carriera, riunendo tutti i membri della band, anche originaria, creando la reunion.

To Loo Loose

18 Settembre venerdì

willos' Bezzani Giuntini (ITA)

WILLOS.jpg

I willos' assieme a special guest Massimo Giuntini alla cornamusa irlandese e Betty Vezzani, ex cantante dei Modena City Ramblers, proporranno un incontro musicale che mescola e rinnova sonorità diverse in un ipotetico viaggio dal Mediterraneo al Mare del Nord.

willos' sono un progetto musicale italo irlandese nato nel 2003 a Siena, guidato dalla violinista Stephanie Martin di Belfast. Da questa data, nonostante 7 anni di interruzione dell'attività (2011 - 2018), hanno suonato nei maggiori festival a tema irlandese\celtico della penisola, ma anche in molte rassegne culturali di livello, per un totale di circa 600 esibizioni. La "perla" è stato suonare per il Celtic Ball, evento di gala organizzato dall'Ambasciata d'Irlanda a Roma, per la festa di San Patrizio dell'anno 2007. In questi anni hanno suonato anche fuori dai confini nazionali, naturalmente anche in Irlanda, e nel 2010 sono stati fra i principali ospiti dell'evento All Ireland Fleadh, il festival per antonomasia della musica folk irlandese, ma anche in Francia e Svizzera e altri Paesi.

The Gamblers  (ITA)

The Gamblers.jpg

Gamblers (in inglese "giocatori d'azzardo"), nascono nel dicembre 2010 come gruppo cover di Country, Rock e Ballads americane. L’ensemble è composta da musicisti nati e cresciuti con la passione per la musica rock, folk e country. Nel 2016 allargano il loro repertorio musicale, inserendo brani di propria composizione, mantenendo uno stile rock-country-folk, grazie anche all'utilizzo di strumenti come banjo, cajon, cornamusa e organetto. Ed è proprio questo azzardo a suonare diversi strumenti e generi musicali a dare il nome al gruppo. Nel maggio 2016 grazie al brano "The Piper" vincono il premio come miglior gruppo rock al concorso musicale nazionale "Senza Etichetta" di Cirè, al cospetto di una giuria presieduta dal maestro Mogol. Dal 2018 in poi, il loro percorso è costellato da diversi premi, vincendo anche il Contest di Montelago.

​The Gamblers

19 Settembre sabato

Daridel (ITA)

Daridel.jpg

I Daridel sono una paganfolk band del nord Italia. Gruppo che, nato nel 2017 e formato da cinque elementi, ha prodotto sino ad ora due album. Spaziando da delicate melodie di arpa e flauto nel loro primo album "Forest Folk", fino alla cornamusa e agli aggressivi ritmi tribali del nuovo nato "PaganRoots". Guidati e uniti non solo dalla musica, ma da ideali, azioni e uno stile di vita comune, scelgono di far cantare la natura attraverso i loro strumenti, dalla quiete primaverile, all'impeto dei freddi venti invernali. Strumenti diversi tra loro si incontrano per creare suoni nuovi, ritmi tribali si intrecciano con dolci melodie. Flauti e arpe raccontano di fate e folletti. Aggressive cornamuse cantano accompagnate dalla voce della ghironda. Immensi tamburi fanno danzare gli spiriti. Ossa battono, legni sfregano, corni suonano, come in un frenetico canto della Natura. Un continuo ciclo di morte e rinascita, di suoni dolci e aggressivi che si uniscono in un macabro canto di vita.

Un viaggio tra suoi arcani e dimenticati, antichi strumenti; un cammino attraverso i secoli di buio e di luce di un'Europa pagana. Una musica tribale contaminata da suoni medievali e da quella che abitualmente chiamiamo musica Celtica, spinge il nostro io più selvaggio ad emergere. ‘’È un richiamo primitivo, è un richiamo della terra... La chiamata della natura.’’

Daridel

Spiritual Seasons (UA)

Il ritorno degli Spiritual Seasons.
Band folk medievale proveniente dall'Ucraina, precisamente da Kharkov, che si è esibito per la prima volta al XIX Triskell riscuotendo molto consenso da parte del pubblico. La band coniuga differenti culture musicali quali la scandinava e quella celtica. Sono nati nel 1994, ma hanno iniziato a esibirsi in concerti solo dal 2004. Il loro repertorio è vastissimo, dalle melodie scandinave, celtiche e medievali del centro e nord Europa, fino all'acquisizione di culture di paesi come Francia, Germania, Finlandia, Bretagna, l'Alvernia e altri ancora. Le esibizioni della band sono spesso accompagnate da danze tradizionali eseguite da una coppia di ballerini al loro seguito. Non c'è pericolo di annoiarsi, data la vasta gamma di brani proposti che scaturisce dalle loro ricerche sulle tradizioni musicali dei vari popoli d'Europa, sia nelle epoche passate che ai tempi d'oggi. Sul palco sprigionano un'energia positiva e contagiosa per un gran sabato sera.


Spiritual Seasons

-Wi45w4G6zk (1).jpg
20 Settembre domenica

Arnwil (ITA)

Arnwil.jpg

Gli Arnwil (dal gaelico An Bhfuil che significa “il nostro sangue”) nascono a Trieste nel settembre 2006 da un’idea di Paolo Barbo (voce, bouzouki, bodhran) e Roberto Fonda (basso, mandolino irlandese), che dopo diverse esperienze musicali di blues, rock e folk irlandese, scozzese e bretone per più di un ventennio in varie realtà musicali locali, decidono di dare vita ad un gruppo che segua le tracce della cosiddetta “musica celtica” arricchita di altri stili musicali. Il sound che risulta con l'aggiunta di molti altri altri polistrumentisti facenti parte della band, è condito con ritmiche e interpretazioni che fanno riferimento ad altre realtà musicali (funk, soul ecc.) senza mai perdere di vista l’identità sonora di “Keltic Music”. Hanno vinto nel 2011 la finale della selezione territoriale per il triveneto del concorso “Suonare a Folkest” 2011, si sono esibiti già diverse volte al Triskell Festival.

​​​

Arnwil

Spiritual Seasons (UA)

Il ritorno degli Spiritual Seasons.
Band folk medievale proveniente dall'Ucraina, precisamente da Kharkov, che si è esibito per la prima volta al XIX Triskell riscuotendo molto consenso da parte del pubblico. La band coniuga differenti culture musicali quali la scandinava e quella celtica. Sono nati nel 1994, ma hanno iniziato a esibirsi in concerti solo dal 2004. Il loro repertorio è vastissimo, dalle melodie scandinave, celtiche e medievali del centro e nord Europa, fino all'acquisizione di culture di paesi come Francia, Germania, Finlandia, Bretagna, l'Alvernia e altri ancora. Le esibizioni della band sono spesso accompagnate da danze tradizionali eseguite da una coppia di ballerini al loro seguito. Non c'è pericolo di annoiarsi, data la vasta gamma di brani proposti che scaturisce dalle loro ricerche sulle tradizioni musicali dei vari popoli d'Europa, sia nelle epoche passate che ai tempi d'oggi. Sul palco sprigionano un'energia positiva e contagiosa per un gran sabato sera.


Spiritual Seasons

-Wi45w4G6zk (1).jpg
21 Settembre lunedì

Briantanus & Asmon (Fabula Duo)  (DE)

I Fabula si sono fondati nel 1995 e Da diversi anni, sono ospiti fissi del Triskell. La band, si esibisce solitamente nelle ievocazioni medievali e nei castelli, in festival e feste folcloristiche. Si differenziano dalle altre band medievali grazie alle influenze musicali scozzesi, celtiche e bretoni che inseriscono nei loro lavori, e il risultato che ne deriva è assolutamente caratteristico. Tutto ciò è arricchito dal suono delle potenti cornamuse medievali e dei roboanti tamburi che viene miscelato alle melodie tradizionali e agli adattamenti personali della band, che rendono il tutto sicuramente emozionante e moderno allo stesso tempo.

Al Ventennale, Brian (Briantanus) e Benjamin (Asmon), si presenteranno in formazione di duo,  per intrattenere e animare le due serate del Festival.

Fabula Aetatis

hEICH FOTO.jpg

Il gruppo HEICH si è formato nel settembre 2019, dopo una lunga metamorfosi che ha portato gli Irish five (nome della band precedente), nelle sembianze finali di una band evoluta in sonorità e brani inediti! Ispirati alle sonorità del folk irlandese, dal punk rock, dal metal con sfumature di epico, ma senza mai identificarsi in un genere ben definito! Il loro repertorio è composto ora per metà di inediti e metà cover folk rock! Si sono esibiti in vari eventi in Italia tra cui Montelago celtic Festival 2016, partecipando e vincendo l’European Celtic Contest. Da qui inizia una avventura musicale senza eguali. Nel 2017 calcano i palcoscenici dei più grandi Festival di musica celtica e irlandese d’Italia, per citarne alcuni, Triskell Celtic Festival (Trieste), Druidia (Cesenatico), Fairylands (Guidonia), Montelago 2017 (Serravalle del Chienti), Abruzzo Irish Festival (Notaresco), Marche Irish Festival e tanti altri. Il 2017 è stato l’anno della produzione di ben 3 inediti, Max, Mountain Field, Hammerfist; quest’ultimo è stato oggetto del loro ultimo videoclip. Nel 2020 uscirà il nuovo album di soli inediti che si potranno, nel frattempo, ascoltare dal vivo!

Heich

22 Settembre martedì

Briantanus & Asmon (Fabula Duo)  (DE)

I Fabula si sono fondati nel 1995 e Da diversi anni, sono ospiti fissi del Triskell. La band, si esibisce solitamente nelle ievocazioni medievali e nei castelli, in festival e feste folcloristiche. Si differenziano dalle altre band medievali grazie alle influenze musicali scozzesi, celtiche e bretoni che inseriscono nei loro lavori, e il risultato che ne deriva è assolutamente caratteristico. Tutto ciò è arricchito dal suono delle potenti cornamuse medievali e dei roboanti tamburi che viene miscelato alle melodie tradizionali e agli adattamenti personali della band, che rendono il tutto sicuramente emozionante e moderno allo stesso tempo.

Al Ventennale, Brian (Briantanus) e Benjamin (Asmon), si presenteranno in formazione di duo,  per intrattenere e animare le due serate del Festival.

Fabula Aetatis

Alessandro e Davide sono due polistrumentisti veronesi provenienti dall'Irish traditional e dal metal, con un decennio di concerti alle spalle.

È da una loro idea che nasce il Ragnarök Duo - Viking & Nordic Folk, per proporre un accattivante repertorio nord Atlantico da pub e una vasta scelta di canzoni tradizionali nordeuropee in lingua scandinava; l'islandese, il norvegese moderno e il norreno antico si mescolano per creare un'atmosfera epica, che culmina nella recitazione musicata dell'Edda poetica, la fonte principale della mitologia nordica.

La rivisitazione di vari gruppi - come i Wardruna - e la colonna sonora della serie TV Vikings, vengono accompagnate da strumentazione originale d'epoca vichinga che si fonde con quella moderna e digitale forgiando una suggestiva e coinvolgente performance.

Ragnarök Duo

23 Settembre mercoledì

Patricks (ITA)

Patricks.jpg

Patricks è una band Irish Folk acustico, formatasi nel 2012 a Verona e propone brani della tradizione irlandese e celtica arrangiati in chiave moderna, senza tradire il sound originale. Band poliedrica ma mai banale, in breve tempo arrivano ad esibirsi in tutto il nord-est portando energia sui grandi palchi dei festival come calore ed allegria nei piccoli pub. Sospinti dal successo ottenuto live, il quintetto decide registrare nel 2016 “Tales from Irish Waves”, il loro primo disco, che li porta a suonare in diversi festival, compreso il Triskell. Hanno condiviso il palco con artisti internazionali come gli irlandesi Goitse, band premiata come “Trad Group of the Year 2015”, e The Sidh. Al ventennale del Triskell presenteranno il loro ultimo album.

Patricks

24 Settembre giovedì

Alban Fùam (ITA)

Alban.jpg

Gli Alban Fùam sono musicisti dalle sonorità Irish, capaci di fondere la musica tradizionale d’Irlanda con influenze del folk contemporaneo e il bluegrass. Dal 2009 hanno iniziato a portare la loro musica sui palchi e in pub di tutta Italia. La band ha ottenuto diversi riconoscimenti.  In un Pub di Galway conoscono Frankie Gavin, il principe dei violinisti irlandesi, dopo un concerto. Frankie diventa fin da subito il loro mentore, incidono una traccia insieme in Italia e nel 2012, aprono un concerto dei DeDannan, la sua band, al prestigioso Teatro Romano di Verona. Nel 2015 pubblicano con l’etichetta discografica Maxy Sound, “Whiskey ‘n Beer” e vincono il premio “miglior proposta musicale” al Festival di Montelago a Macerata. L’album viene inserito nell’Irish Traditional Music Archive di Dublino, e scala le classifiche di iTunes durante il Saint Patrick’s Day. Seguono altri 2 album: “From Galway to Dublin” e nel 2018 "Galway Girl". Sono per prima volta ospiti al Triskell.

Alban Fùam

25 Settembre venerdì

Pyrolisis (NL)

Pyrolysis_edited.jpg

I Pyrolysis nascono nel 2012 come band metal e prendono il nome dalla "pirolisi", la reazione chimica in cui calore ed energia vengono creati attraverso la decomposizione. Nel 2014 nel gruppo entra un nuovo membro virtuoso del violino, cosa che li fa scegliere di lasciare sempre più il vecchio genere musicale, e avvicinarsi a quello acustico. Nello stesso anno la band partecipa come spettatore ad un festival celtico dove si esibiscono in dei set senza preavviso attirando così l'attenzione dei fondatori di un'autorevole stazione radio olandese, focalizzata sulla musica popolare celtica. Con il loro aiuto, il nome Pyrolysis viene così diffuso su tutta la scena musicale del celtic folk, facendoli crescere fino ad essere invitati in importanti Festival del settore. Nell'estate del 2019, esce il loro terzo album. Per la prima volta in Italia in eslcusiva per Triskell.

Pyrolysis

Pyrates! (NL)

Pyrates.jpg

Pyrates! Ritornano al Triskell dopo una pausa di due anni, per festeggiare il ventennale in un clima di festa. Una pluripremiata band di pirati, che naviga dalle coste delle terre basse dell'Olanda, verso chiassosi porti di tutto il mondo! Una banda di famigerati bucanieri che hanno imposto il loro stile musicale folk a tema piratesco sui vari compagni non solo nel Regno Unito, ma su pirati di tutti i mari! Vestiti con costumi da pirati e il calore del Rhum, sono pronti a tornare a Trieste per scaldare la platea sulle loro "onde" musicali! La band presenta melodie popolari dei marinai di epoche passate, tra cui canti del mare, ballate, Jigs, Reels, Irish Ditties, Sea Shanties e Drinking Songs. I Pyrates! si sono esibiti nel corso degli anni, davanti a migliaia di fans in numerosi festival, facendosi conoscere non solo in Olanda ma anche in Regno Unito, Germania, Italia e in moltissimi altri paesi di tutto il mondo!

Pyrates

26 Settembre sabato

Wooden Legs (ITA)

Wooden Legs.jpg

Wooden Legs è una band musicale irlandese formata da cinque musicisti con sede a Trieste, con oltre 10 anni di esperienza sui palcoscenici europei. Il loro repertorio spazia da ballate tradizionali, fusioni speciali di Jigs e Reels, a composizioni originali che fondono atmosfere folk con suoni inaspettati.
La band, è dal 2017 con una nuova formazione, ed è caratterizzata da ritmi potenti e un suono più grintoso, riaffermando l'obiettivo di creare "Extreme Irish Music". Tuttavia, la band è ancora fedele alla sua ricerca su melodie e ballate strumentali tradizionali irlandesi.
Di recente hanno pubblicato il terzo album in studio "Animali", che rappresenta la sintesi del loro viaggio musicale degli ultimi anni.

Per la rassegna "Spazio ai gruppi locali", tornano sul palco del Triskell, tra le più amate nostrane dal pubblico triestino.

Wooden Legs

Celtica Pipes Rocks (AT)

Dopo 10 anni di tournée con oltre 550 esibizioni, dall'Alaska alle Hawaii, dalla Germania alla Spagna, dopo aver vinto l'Australian Celtic Music Award come "International Artist of the Year 2019", dopo 4 album in studio e un doppio live e DVD con orchestra classica, dopo cambiamenti personali e nuova formazione, ritornano sul palco del Triskell dopo anni di assenza.

Il nuovissimo album "Celtic Spirits" uscito a maggio di quest'anno, è semplicemente il miglior album Celtica di sempre: ancora il potente Celtic Rock sinfonico, ma un un po' più di influenze celtico-irlandesi anche grazie al nuovo membro della band, suonatore di cornamusa e di violino di fama mondiale, Ernesto Góngora, vincitore del Concorso All Ireland Bagpipe Solo 2019.

Il suono mistico della cornamusa delle Highland si eleva al di sopra della potente rock band. Le influenze del folk irlandese, del Symphonic Metal e persino del gotico si fondono con l'energica musica celtica. Questa sonorità e lo spettacolo in sé, garantiscono un concerto indimenticabile. Fiamme che usciranno dalle cornamuse e bacchette influocate sugli enormi tamburi, creano un'atmosfera di culto.

 

Celtica Pipes Rock!

27 Settembre domenica

Erin's Heartbeat Project (SLO)

... la danza e la musica dell'isola verde ...

Uno spettacolo unico di danza e musica che ti porta in Irlanda, nella verde Isola di Smeraldo, con le sue distese naturali e la diversità culturale!
Dall'atmosfera allegra di un autentico pub irlandese, attraverso le melodie mistiche del mondo celtico, alle pompose creazioni di musica dance - dalla vivacità irlandese al sogno celtico. Lo sviluppo e la diversità della danza e della musica irlandese nella storia, saranno presentati dai ballerini della Šola Irskega Plesa e della band Noreia, nostro partner del Festival.

 

Noreia   e  Šola Irskega Plesa

 

"Skiant Nerz Karantez” – Associazione Culturale Uther Pendragon © 2020