Artisti Triskell 2019

Band

ARTISTI DEL FESTIVAL
22 Luglio venerdì

Daridel (ITA)

Italy.png
Daridel.jpg

Daridel è una band paganfolk del nord Italia nata nel 2017, formata da cinque elementi, che spazia da delicate melodie di arpa e flauto (come nel loro primo album "Forest Folk"), fino alla cornamusa e agli aggressivi ritmi tribali del secondo nato, "PaganRoots".
I membri della band, sono guidati e uniti non solo dalla musica, ma da ideali, azioni e uno stile di vita comune.
Strumenti diversi tra loro, si incontrano per creare suoni nuovi, e ritmi tribali si intrecciano con dolci melodie. Flauti e arpe raccontano di fate e folletti mentre aggressive cornamuse cantano accompagnate dalla voce della ghironda e i grandi tamburi fanno danzare gli spiriti. Ossa battono, legni sfregano, corni suonano, come in un frenetico canto della Natura. Un continuo ciclo di morte e rinascita, fatto di suoni dolci e aggressivi che si uniscono in un macabro canto di vita al ritmo delle stagioni.

Daridel

Germany.png

Malasañers (DE)

Malasañers Promo Bild 2022.jpg

Folk punk irlandese con un tocco di spagnolo e uno di rockabilly - questo è probabilmente il modo migliore per descrivere la musica della band, originariamente fondata a Madrid dal loro cantante Carlos del Pino.

Il gruppo prende il nome da Manuela Malasaña, un'eroina spagnola nella lotta contro l'occupazione di Napoleone. I testi delle loro stesse composizioni trattano della lotta contro l'ingiustizia sociale, la voglia di viaggiare e le lunghe serate nei pub, con l'intento di ispirare i propri fan a difendere l'indipendenza e la libertà.

La band di Bamberga nata nel 2017, ha due album all'attivo "Spanish Eyes" e "Footprints". Nel 2020 registrano il loro singolo "Rise and Fall", rimanendo fedeli al proprio stile unico e al suono inconfondibile.

Durante la loro carriera, hanno suonato con alcuni dei grandi della scena folk irlandese: daFiddler's Green e The Mahones, a The Real McKenzies.
La loro è una musica per unirsi alla festa alzando le pinte: preparatevi all'arrivo dei Malasañers!

 

Per la prima volta a Trieste, in esclusiva per Triskell.

Malasañers

23 Luglio sabato

Rhuvaal (SCO)

Scotland.png
rhuvaal.jpg

Originari di Argyll in Scozia, i Rhuvaal sono una band tradizionale folk, composta da 5 giovanissimi musicisti scozzesi.
Nati come band di ceilidh nel 2015, sono cresciuti e si sono sviluppati negli ultimi 5 anni fino a diventare una band piena di entusiasmo per lasciare un segno sulla scena musicale tradizionale.
Dopo aver partecipato a diversi festival estivi in Scozia nel 2019, la band ha trascorso i mesi invernali a preparare e scrivere materiale per il loro EP di debutto - "Horizon".
In "Horizon", - "The Harbour" mostra un altro aspetto dei Rhuvaal, e porta all'EP un finale diverso.
Per la promozione dell'EP, i Rhuvaal hanno registrato un video all'inizio del 2020, che ha ottenuto migliaia di visualizzazioni su tutte le piattaforme social media della band, nonché sul loro sito Web.

Per la prima volta in Italia, in esclusiva per Triskell.

 

Rhuvaal

Gens d'Ys (ITA)

Italy.png
FDD-210526-0042-web.jpg

I Gens d’Ys capitanati da Umberto Crespi, portano le loro danze in tutta Italia – da Milano a Roma, da Aosta a Trieste – in Francia, in Svizzera, Germania e oltre. Pensando agli esordi legati alla tradizione, è evidente il cammino percorso: sulla scia degli entusiasmanti Riverdance e Lord of the Dance, i Gens d’Ys offrono esibizioni avvincenti e sfavillanti coreografie in cui lo studio del passato è oggi solida base per il dinamismo di ritmi più sostenuti.

​I diversi momenti dello show, scanditi dal cambio frequente dei costumi, alternano danze popolari a sorprendenti rivisitazioni dei passi tradizionali eseguite con le “heavy shoes”.

Le danze che presentano sono sia tradizionali sia di creazione propria.

​Da anni sono acclamati ospiti fissi del Triskell, nonchè partner del Festival.

http://www.gensdys.it/

24 Luglio domenica

Arthuan Rebis (ITA)

Italy.png
Arthuan1mail.jpg

Questo live prende forma dal terzo album di Arthuan Rebis, “Sacred Woods” (Black Widow Records 2021), e vede in scena Arthuan all’arpa celtica, al canto, alla nyckelharpa e ai fiati; e l’ospite Nicola Caleo (Rune Raben/Timer Shine) alle percussioni e alle programmazioni.

Lo spettacolo è un tributo al Bosco come luogo di confine, tra miti, simboli ed esseri invisibili. Le influenze musicali spaziano dalla musica celtica a quella nordica, fino a contaminazioni orientali, al pagan folk, e persino a certa new wave. Con i suoi progetti e da solista, Arthuan ha collezionato più di 1000 esibizioni in Italia e all’estero, e 8 album. Nei suoi dischi troviamo ospiti come Vincenzo Zitello, Mia Guldhammer, Glen Velez, Paolo Tofani. Dal 2017 è autore, compositore e cantante del gruppo The Magic Door, assieme a Giada Colagrande. Dal 2011 è autore, musicista, cantante e produttore della band Medieval Pagan Folk In Vino Veritas.

Nel 2013 ha pubblicato il libro “Musica e Sapienza, antiche tradizioni musicali e spiritualità” con Agorà&Co. È direttore artistico di eventi come “Apua, festa celtica e dionisiaca delle Alpi Apuane” e “Oltresuono”.

 

www.arthuanrebis.com

Widilma (F)

France.png
widilma.jpg

I WIDILMA sono una nuova band creata in Bretagna nel 2020. La musica dei Widilma si ispira a elementi storici ed esoterici dell'Europa nord-occidentale, iscrizioni su pietre, ogham, frammenti di testi, triadi e versi druidici, in particolare dalle persone che sono state nominate "Pretanic" ("The Painted Ones"), un popolo celtico...
Nonostante ricerche significative, il processo è soprattutto immaginario:
Widilma utilizza gli elementi proto-storici o storici e li reinterpreta a modo suo.
Allo stesso modo, Widilma utilizza libere riproduzioni di strumenti "primitivi" come il Carnyx, il Dord (corno), la lira e incorpora anche i suoni organici di pietre, ossa, alberi, conchiglie e le proprie registrazioni sul campo, oltre a strumenti contemporanei nella loro musica.
La performance teatrale di Widilma è del tutto originale: una trance visiva e sonora, un'immersione vicina all'esperienza cinematografica.

Per la prima volta in Italia, in esclusiva per Triskell.

Widilma.com

In Vino Veritas (ITA)

Italy.png
bestiarium.jpg

IN VINO VERITAS è la band che ha ricevuto più consensi e likes al Triskell 2021.

Il loro sound, è Pagan Medieval Folk e dal 2010 si esibiscono nei maggiori festival medievali, celtici, folk, pagan e alternative, collezionando più di 700 date in molti paesi d’Europa, tra cui Croazia, Repubblica Ceca, Bretagna, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Belgio, Danimarca e così via.

I primi anni di attività del gruppo sono caratterizzati da molto studio e da un’estesa ricerca in ambiti filologici relativi soprattutto alle musiche medievali e celtiche. Successivamente i musici iniziano a contaminare progressivamente il proprio sound, attingendo dallo specifico e variegato background dei singoli membri, al punto da far emergere un’identità peculiare capace di mescolare ritmi trance, melodie ariose, sonorità nordiche e calorose armonie folk-rock.

Tornano come band più votata, a ripresentare BESTIARIUM.

​​In Vino Veritas

​​​

25 Luglio lunedì
26 Luglio martedì

To Loo Loose (ITA)

Italy.png
To Loo Loose.jpg

Una sera di 27 anni fa, 5 amici, amanti della birra e della musica folk irlandese, si incontrano. Nascono i To Loo Loose, il nome esce facilmente, fra una birra e qualche risata goliardica, con autoironia, viene inglesizzato il termine "Tululù" che nel dialetto Triestino significa "persona sciocca e sprovveduta". Partecipano al Triskell Celtic Festival fin dal suo esordio proponendo, tra i primi in Italia, un affascinante commistione di brani della tradizione celtica e autentici arrangiamenti rock. Si divertono ad innestare, infatti, sulle arie popolari di Irlanda, Scozia e Bretagna, portate avanti con sapienza dagli strumenti più comuni nei pub irlandesi (banjo, violino e chitarra), le robuste sonorità di basso, batteria e chitarre elettriche, spaziando dal cajun al blues, dal reggae al rap, dalle ballate a ritmi indiavolati di derivazione balcanica, realizzando canzoni a tutti gli effetti originali e uniche, tutte cantate con maestria inferiore solo alla versatilità.

Rassegna Spazio ai Gruppi locali:  To Loo Loose

Alessandro e Davide sono due polistrumentisti veronesi provenienti dall'Irish traditional e dal metal, con un decennio di concerti alle spalle.

È da una loro idea che nasce il Ragnarök Duo - Viking & Nordic Folk, per proporre un accattivante repertorio nord Atlantico da pub e una vasta scelta di canzoni tradizionali nordeuropee in lingua scandinava; l'islandese, il norvegese moderno e il norreno antico si mescolano per creare un'atmosfera epica, che culmina nella recitazione musicata dell'Edda poetica, la fonte principale della mitologia nordica.

La rivisitazione di vari gruppi - come i Wardruna - e la colonna sonora della serie TV Vikings, vengono accompagnate da strumentazione originale d'epoca vichinga che si fonde con quella moderna e digitale forgiando una suggestiva e coinvolgente performance.

Ragnarök Duo

Ragnarok.jpg
27 Luglio mercoledì
Italy.png

Emian (ITA)

Italy.png
emian.jpg

50 sfumature di Folk Music (Pagan • Tronic - Nordic • Dark • Neo • Trad). Dalla cultura celtica alla cultura nord-europea, partendo dall'area mediterranea: la musica degli Emian unisce insieme i diversi linguaggi popolari. In formazione di duo, si presentano con l'arpa e la voce di Anna, che vengono così esaltate e incorniciate dai molteplici strumenti suonati da Emilio, donando al tessuto musicale un aspetto magico e intimistico, per una serata dall’atmosfera mistica, pagan-folk.

​PREMI:

• 2021 Best Italian PaganFolk, Best Female Voice, Best Italian Male Voice, Best Italian Single, Best Italian Video, Best Tin Whistler e Best Show nei Musica Celtica Music Awards

• 2020 Best PaganFolk nei Musica Celtica Music Awards

• 2015 Vincitori dell' European Celtic Contest del Montelago Celtic Festival

• 2013 Miglior Artista Accreditato al Ferrara Buskers Festival.

Emian Duo

28 Luglio giovedì

The Drifters (ITA)

Italy.png
drifters.jpg

Drif3’s (“Drifters”) è un trio nato nel 2017 dall’incontro di professionisti di
ampia esperienza dell’ambito della musica trad irlandese, che condividono il profondo rispetto per la tradizione e la volontà di conferire un sound moderno e accattivante a brani antichi di secoli.

Il flautista Tommaso Tornielli, ha un curriculum degno di nota: appassionatosi sin da giovanissimo alla musica irlandese scoperta durante un viaggio nell’isola di smeraldo, è stato rapito dal fascino musicale di flautisti come Matt Molloy, Kevin Crawford, Mike McGoldrick e Alan Doherty, che hanno rappresentato per lui un'importante base formativa. Il suo album "1st", è stato accompagnato dall’apprezzamento personale del celebre costruttore di flauti Pat Olwell e dal flautista Kevin Crawford dei Lùnasa.

Da qualche tempo ormai il trio ha unito le forze con una figura di spicco del panorama del Irish Folk e Scandinavo Nordico, cantante stabile delle note band Alban Fuam e Ragnarök - Nordic & Viking Folk: Alessandro Antonello.In questo modo, potendo contare su un accompagnamento solido e vibrante, la voce autentica degli antichi Gaeli, il flauto della più pura tradizione si alternano per condurre l’ascoltatore in un vero e proprio viaggio con la musica e nella musica.

The Drifters

29 Luglio venerdì

Pyrolysis (NL)

Netherlands.png
Pyrolysis2019_Promo1_2019_WenVersteeg-1.jpg

Pyrolysis è una band folk acustica giovane ed energica. Sebbene le loro canzoni autoprodotte siano spesso una spinta alla musica folk celtica, sono evidenti anche le influenze del punk, dei gitani e della musica dei pirati. Cinque giovani musicisti pieni di entusiasmo, armati di bouzouki, fisarmonica, bodhrán, violino e basso, suonano una performance solida, energica, ma intima e accogliente che porta il loro pubblico in un luogo dove possono dimenticare i loro dolori.

Fondata nel 2012 come band metal, ha superato il folk punk per poi stabilirsi nel folk acustico. Con questo, la band mostra che l'energia non è solo in volume; mentre la chitarra elettrica è stata scambiata per bouzouki e la batteria per bodhrán, le loro canzoni sono energiche come mai prima e ballabili. Dalla sua fondazione, Pyrolysis ha pubblicato quattro dischi: Remedy for the Night (2013), On Mountains High I Stand (2015), Edges of the Day (2017) e Daylight is Fading (2019).

​Per la prima volta in Italia, in esclusiva per Triskell.

 

Pyrolysis

Pyrates! (NL)

Netherlands.png
pyrates 2017 pic.jpg

I Pyrates, sono una premiata band di musicisti predoni che navigano dalle coste delle vecchie pianure olandesi, verso i turbolenti porti di tutto il mondo!
Una vera band di famigerati bucanieri, che ha marchiato la musica folk con il proprio genere piratesco, su compagni pirati, su sfortunati proprietari terrieri e su tutto il Regno Unito, attraversando gli stessi mari! Abili "balladeers" armati di chitarra, basso, batteria e violino, vestiti di tutto punto con costumi da pirata, pronti a salpare dalla banchina! I Pyrates hanno recuperato innumerevoli melodie popolari famose dei marinai di epoche passate, tra cui canti marinareschi, ballate oscene, jigs scanzonate, canti irlandesi, canzoni dei porti, canti da ubriaconi e melodie popolari a cappella, che sicuramente faranno battere i piedi e cantare, in men che non si dica! ARRRRR!

Pyrates!

30 Luglio sabato

Wooden Legs (ITA)

Italy.png
wooden_legs.jpg

Wooden Legs è una band musicale irlandese formata da cinque musicisti con sede a Trieste, con oltre 10 anni di esperienza sui palcoscenici europei. Il loro repertorio spazia da ballate tradizionali, fusioni speciali di Jigs e Reels, a composizioni originali che fondono atmosfere folk con suoni inaspettati. Dal 2017 si presentazione in nuova formazione, e si caratterizzano da ritmi potenti e un suono più grintoso, riaffermando l'obiettivo di creare "Extreme Irish Music". Tuttavia, la band è rimasta fedele alla sua ricerca su melodie e ballate strumentali tradizionali irlandesi.
Di recente hanno pubblicato il terzo album in studio "Animali", che rappresenta la sintesi del loro viaggio musicale degli ultimi anni.

Per la rassegna "Spazio ai gruppi locali", la band nostrana tra le più amate dal pubblico triestino, aprirà questa serata-

Rassegna Spazio ai Gruppi locali:  Wooden Legs

Noreia (SLO)

Slovenia.png
noreia.jpg

Noreia è un ensemble di cinque esperti musicisti che suonano melodie tradizionali irlandesi, scozzesi e bretoni, sin in modo tradizionale che completamente rinnovato. La band ha combinato attivamente la tradizione "celtica" con l'eredità della musica popolare slovena, che fondendosi creano un suono unico e riconoscibile. Il loro repertorio è composto da brani strumentali che incitano la voglia di ballare, da canti gioiosi e da bellissime ballate tradizionali irish! La combinazione unica, miscelata tra vivacità irlandese e sognanti note celtiche, riesce sempre a lasciare un'impronta in chi li ascolta.
Negli ultimi anni Noreia si è esibita in più di 500 concerti. Oltre a suonare nei pub, la band ha conquistato vari palchi di festival celtici, toccando Irlanda, Croazia, Italia, Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Austria, Spagna e Germania! Una delle partecipazioni più importanti è avvenuta nell'estate del 2017, quando la band è stata scelta per esibirsi in uno dei più grandi festival di musica celtica: il Festival de Ortigueira (Galizia, Spagna), davanti a una folla di 30.000 spettatori per apertura del festival.

Hanno collaborato musicalmente con nomi come Donal Lunny, Tola Custy, Diarmaid, Donncha Moynihan e molti altri!

Noreia

31 Luglio domenica

Irish Rose (SK)

Slovakia.png
irish rose.jpg

Irish Rose, è una band proveniente dalla Slovacchia, che propone brani tradizionali irlandesi e scozzesi da loro arrangiati.

Attualmente hanno un ricco repertorio anche di brani propri, sempre ispirati a ritmi e melodie celtiche.

La band di 5 elementi si è formata nel 2003 e la splendida voce di  Evka riempie il sound dei bravissimi musicisti sul palco. Si sono esibiti in numerosi festival di musica celtica, country e folk in Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Germania, Svizzera e in Italia, proprio al Triskell nel 2016, chiudendo il festival in una serata di bora così forte, che la ricordano ancora adesso ridendoci sopra.

Irish Rose ha due album all'attivo: "Roses´ Dream" uscito nel 2009 e "Long Way" del 2013.

Irish Rose