Blog

e comunicati

Triskell domani si parte! Ecco il programma del Festival!

June 20, 2019

 

IL FESTIVAL - A quasi vent'anni di vita il festival celtico del Friuli Venezia Giulia, nato dalla passione per questo mondo antico e vicino alla natura, superate le centomila presenze, amplia il suo ricco programma coinvolgendo sempre più famiglie, bambini, giovani e turisti nella sua cornice ideale, il Boschetto del Ferdinandeo di Trieste. “Questa diciannovesima edizione sarà scoppiettante, con un programma ancora più coinvolgente, dedicato alla musica, alla manualità, all'arte, alla natura e alla spiritualità senza dimenticare il divertimento, il gioco e lo sport, gli ingredienti per festeggiare il prossimo anno un ventennio di successi ci sono tutti!” dichiara Elisabetta Sulli, presidente dell'Associazione Uther Pendragon che organizza la manifestazione.

Dal 21 al 30 giugno, appassionati, curiosi e veri e propri cultori del Triskell potranno immergersi per dieci giorni in un ricchissimo programma che ripercorre le tradizioni e le usanze degli antichi Celti, a contatto con la natura e con la possibilità di partecipare ai numerosi laboratori, conferenze, stage e coinvolgenti attività anche per i più piccoli. Le danze e la musica delle aree cosiddette celtiche, rimangono il piatto forte che ogni anno attira un pubblico numerosissimo da tutta Italia, ma anche da Austria, Slovenia e Croazia.

Anche in questa edizione l'evento gode della coorganizzazione del Comune di Trieste, in particolare l'Assessorato al Turismo e la sesta circoscrizione, del contributo della Regione Autonoma F.V.G. assessorato al Turismo, del Gruppo Banca Popolare di Cividale e il sostegno della ASUIT e della Trieste Trasporti, nonché del prestigioso patrocinio gratuito del Consolato generale della Repubblica di Slovenia a Trieste e del Consolato generale di Romania a Trieste.

 

MUSICA E SPETTACOLO - Il cartellone musicale del Triskell è dedicato alla musica celtica ma è da sempre in grado di coinvolgere un pubblico molto vasto proprio perché la propone attraverso tutte le sue forme e sfumature, da quelle classiche e tradizionali alle più moderne, con una selezione sempre attenta da parte della direzione artistica, per offrire al pubblico musica di qualità, arte, spettacolo e spiritualità.

Anche quest'anno i gruppi che si esibiranno provengono da tutta Europa, da Irlanda e Inghilterra, dalla Germania e Romania fino all'Ucraina e alla vicina Slovenia senza dimenticare naturalmente le ottime band nazionali e quelle locali. Ad inaugurare il cartellone nella notte del solstizio, il 21 giugno, una realtà unica nel panorama italiano ed europeo, la potenza femminile delle Uttern, con la voce di Denise Cannas e a seguire, per la prima volta in Italia, le sonorità pagan folk selvagge ed energiche del gruppo tedesco dei Waldkauz. Dall'Italia grande ritorno, dopo il successo dello scorso anno, per i Boira Fusca, il quintetto che proviene dalle colline dell'Alto Canavese e che attinge dalla musica tradizionale scozzese e irlandese rivisitata in chiave moderna, si esibirà sabato 22 giugno, anticiperanno con il loro concerto le danze dell'accademia di danze irlandesi più famosa d'Italia, Gens D'Ys.

La prima domenica del Triskell, il 23 giugno, proietterà il pubblico tra i verdi prati d'Irlanda e le Highlands scozzesi attraverso la musica degli italianissimi Micro Irish Band, un viaggio fantastico fatto di ritmi incalzanti e melodie evocative. Dall'Irlanda invece provengono i Macushla, seconda band della serata, proporranno una sonorità molto particolare, definita il folk Irish del futuro, un suono unico composto da un mix di musica rock, roots e folk. Il pagan medieval folk degli Italiani In Vino Veritas sarà protagonista del lunedì sera del Triskell, mentre dall'Ucraina, martedì sera, sarà la volta degli Spiritual Season, una band che ha saputo coniugare differe