Artisti Triskell 2019

Artisti

PASSIBILE DI VARIAZIONI
23 Luglio venerdì

Wooden Legs (ITA)

wooden_legs.jpg

Wooden Legs è una band musicale irlandese formata da cinque musicisti con sede a Trieste, con oltre 10 anni di esperienza sui palcoscenici europei. Il loro repertorio spazia da ballate tradizionali, fusioni speciali di Jigs e Reels, a composizioni originali che fondono atmosfere folk con suoni inaspettati.
Dal 2017 si presentazione in nuova formazione, e si caratterizzano da ritmi potenti e un suono più grintoso, riaffermando l'obiettivo di creare "Extreme Irish Music". Tuttavia, la band è rimasta fedele alla sua ricerca su melodie e ballate strumentali tradizionali irlandesi.
Di recente hanno pubblicato il terzo album in studio "Animali", che rappresenta la sintesi del loro viaggio musicale degli ultimi anni.

Per la rassegna "Spazio ai gruppi locali", la band nostrana tra le più amate dal pubblico triestino, aprirà la XXI Edizione del Festivall.

Wooden Legs

Daridel (ITA)

Daridel.jpg

I Daridel sono una band paganfolk del nord Italia. Il gruppo è nato nel 2017 ed è formato da cinque elementi. Spaziano da delicate melodie di arpa e flauto nel loro primo album "Forest Folk", fino alla cornamusa e agli aggressivi ritmi tribali del secondo nato "PaganRoots". Guidati e uniti non solo dalla musica ma da ideali, azioni e uno stile di vita comune, scelgono di far cantare la natura attraverso i loro strumenti: dalla quiete primaverile, all'impeto dei freddi venti invernali. Strumenti diversi tra loro si incontrano per creare suoni nuovi, ritmi tribali si intrecciano con dolci melodie. Flauti e arpe raccontano di fate e folletti. Aggressive cornamuse cantano accompagnate dalla voce della ghironda. Immensi tamburi fanno danzare gli spiriti. Ossa battono, legni sfregano, corni suonano, come in un frenetico canto della Natura. Un continuo ciclo di morte e rinascita, di suoni dolci e aggressivi che si uniscono in un macabro canto di vita.

Daridel

24 Luglio sabato

Spiritual Seasons (UA)

Spiritual Seasons.jpg

Band folk medievale proveniente dall'Ucraina, e più precisamente da Kharkov, che si è esibita per la prima volta al XIX Triskell, poi al ventennale, e visto il notevole successo riscosso, ritorna sul grande palco.

La band coniuga differenti culture musicali quali la scandinava e quella celtica. Nati nel 1994, hanno iniziato a esibirsi in concerti su palco solo dal 2004. Il loro repertorio è vastissimo, dalle melodie scandinave, celtiche e medievali del centro e nord Europa, fino all'acquisizione di culture di paesi come Francia, Germania, Finlandia, Bretagna, l'Alvernia e altri ancora. Le loro esibizioni sono spesso accompagnate da danze tradizionali eseguite da una coppia di ballerini al loro seguito.

Non c'è pericolo di annoiarsi, data la vasta gamma di brani proposti che scaturisce dalle loro ricerche sulle tradizioni musicali dei vari popoli d'Europa, sia nelle epoche passate che in quelle odierne. Sul palco sprigionano un'energia allegra e contagiosa per un grande sabato sera.


Spiritual Seasons

Gens d'Ys (ITA)

FDD-210526-0042-web.jpg

I Gens d’Ys capitanati da Umberto Crespi, portano le loro danze in tutta Italia – da Milano a Roma, da Aosta a Trieste – in Francia, in Svizzera, Germania e oltre. Pensando agli esordi legati alla tradizione, è evidente il cammino percorso: sulla scia degli entusiasmanti Riverdance e Lord of the Dance, i Gens d’Ys offrono esibizioni avvincenti e sfavillanti coreografie in cui lo studio del passato è oggi solida base per il dinamismo di ritmi più sostenuti.

I diversi momenti dello show, scanditi dal cambio frequente dei costumi, alternano danze popolari a sorprendenti rivisitazioni dei passi tradizionali eseguite con le “heavy shoes”.

Le danze che presentano sono sia tradizionali sia di creazione propria. Da anni, sono acclamati ospiti fissi del Triskell, nonchè partner del Festival.

http://www.gensdys.it/

25 Luglio domenica

La Corte di Lunas (ITA)

Corte-di-Lunas_edited.jpg

Per la rassegna "Spazio ai gruppi Locali",  non potevano mancare i Corte di Lunas. Nati come formazione medievale, pubblicano il primo album nel 2010, “Plaudite ‘sì più forte”. Alcuni anni dopo, esce "Ritual", che vuole dar spazio alla voce femminile di Jo, e ad alcuni pezzi nuovi.

In seguito il sound diventa più energico e rock, e da questa nuova commistione nasce “Lady of the lake” (2015), disco originale nelle musiche e nei testi, fatta eccezione per il brano tradizionale “The Circle”. Seguono EP e video.

La volontà della formazione attuale è quella di tornare alle origini e alle tradizioni della terra friulana, ritrovando nelle proprie radici territoriali un ulteriore significato di ricerca compositiva e narrativa. Con questo intento, esce nel 2020 l'ultimo album "Tales from the Brave Lands", raccolta di 11 brani incentrati sulle storie e tradizioni del Friuli Venezia Giulia, dal quale è stato tratto il video del primo singolo "Vida".

La Corte di Lunas

Spiritual Seasons (UA)

-Wi45w4G6zk (1).jpg

Replica per questa band folk medievale proveniente dall'Ucraina, e più precisamente da Kharkov, che si è esibita per la prima volta al XIX Triskell, poi al ventennale, e visto il notevole successo riscosso, ritorna sul grande palco.

La band coniuga differenti culture musicali quali la scandinava e quella celtica. Nati nel 1994, hanno iniziato a esibirsi in concerti su palco solo dal 2004. Il loro repertorio è vastissimo, dalle melodie scandinave, celtiche e medievali del centro e nord Europa, fino all'acquisizione di culture di paesi come Francia, Germania, Finlandia, Bretagna, l'Alvernia e altri ancora. Le loro esibizioni sono spesso accompagnate da danze tradizionali eseguite da una coppia di ballerini al loro seguito.

Non c'è pericolo di annoiarsi, data la vasta gamma di brani proposti che scaturisce dalle loro ricerche sulle tradizioni musicali dei vari popoli d'Europa, sia nelle epoche passate che in quelle odierne. Sul palco sprigionano un'energia allegra e contagiosa per un grande sabato sera.


Spiritual Seasons

albero3.jpg

In Vino Veritas (ITA)

Arthuan Rebis & In Vino Veritas. Alessandro Cucurnia in arte Arthuan Rebis, -eccellente polistrumentista e compositore-, aprirà la serata in una ouverture da solista, per poi esser raggiunto dalla band di cui fa parte: In Vino Veritas. Concerto d'atmosfera, con toni medieval pagan folk, con percussioni, arpa celtica, cornamuse, flauti e molto altro...

Arthuan Rebis  &  In Vino Veritas

​​​​​

30698105_2389262641099828_62613407673572
26 Luglio lunedì
27 Luglio martedì

Patricks (ITA)

Patricks è una band Irish Folk acustico, formatasi nel 2012 a Verona e propone brani della tradizione irlandese e celtica arrangiati in chiave moderna, senza tradire il sound originale. Band poliedrica ma mai banale, in breve tempo arrivano ad esibirsi in tutto il nord-est portando energia sui grandi palchi dei festival come calore ed allegria nei piccoli pub. Sospinti dal successo ottenuto live, il quintetto decide registrare nel 2016 “Tales from Irish Waves”, il loro primo disco, che li porta a suonare in diversi festival, compreso il Triskell. Hanno condiviso il palco con artisti internazionali come gli irlandesi Goitse, band premiata come “Trad Group of the Year 2015”, e The Sidh. Al ventennale del Triskell presenteranno il loro ultimo album.

Patricks

Patricks.jpg

Willos' + Giuntini + Tergis
(ITA+USA)

Una notte Irlandese. Una raccolta di musiche e racconti tradizionali e originali eseguita da Willos’, Massimo Giuntini e Athena Tergis. Scritto e diretto dalla violinista Stephanie Martin, lo spettacolo propone canzoni, parole e musiche da danza di uno specifico tratto della cultura celtica, quella dell’Ulster, da sempre crocevia fra la cultura irlandese, scozzese, gallese e inglese. Il repertorio è frutto di un'attenta ricerca che ha attinto a più fonti: alcune canzoni sono poesie del bisnonno di Stephanie, alcune arrivano dal repertorio gaelico irlandese della nonna di Angelica, altre dalle Lowlands scozzesi e uno, datato 1860, è una ballata ballata ritrovata in un cassetto dell’Irish College di Roma. Stephanie è nata a Belfast, ma vive da anni a Siena dove, con la collaborazione di alcuni musicisti toscani, ha dato vita al progetto willos’ che, dal 2001, suona in Italia e Europa una interpretazione originale della musica irlandese.
Questo spettacolo si arricchisce della partecipazione di due grandissimi musicisti, Athena Tergis al violino - violinista del musical internazionale Riverdance- e Massimo Giuntini alle uilleann pipes, cornamusa irlandese.

https://www.willos.it/

willos.jpg
28 Luglio mercoledì

Boira Fusca (ITA)

29 Luglio giovedì
Boira Fusca.jpg

Dalle colline dell'Alto Canavese, cosparse di boschi profondi ed insediamenti rurali dove le vecchie tradizioni ancora sopravvivono, provengono i Boira Fusca. Le melodie proposte, affondano le radici nel tempo, quando nelle sere di luna, gli abitanti dei villaggi al termine di una giornata di fatica si radunavano per danzare, bere e raccontarsi novelle. Forte di questa suggestione, il quintetto ha all'attivo un CD e numerosi concerti in alcune delle realtà musicali più prestigiose situate in tutta Italia e Svizzera.

La loro musica, in larga misura strumentale, è una rivisitazione in chiave elettrica di antiche melodie tradizionali, appartenenti principalmente all'area celtica, in grado di trasportare l'ascoltatore al cospetto di un arcano sentimento che resta immutabile e immutato attraverso il tempo.

https://www.boirafusca.com/

30 Luglio venerdì

Alessandro e Davide sono due polistrumentisti veronesi provenienti dall'Irish traditional e dal metal, con un decennio di concerti alle spalle.

È da una loro idea che nasce il Ragnarök Duo - Viking & Nordic Folk, per proporre un accattivante repertorio nord Atlantico da pub e una vasta scelta di canzoni tradizionali nordeuropee in lingua scandinava; l'islandese, il norvegese moderno e il norreno antico si mescolano per creare un'atmosfera epica, che culmina nella recitazione musicata dell'Edda poetica, la fonte principale della mitologia nordica.

La rivisitazione di vari gruppi - come i Wardruna - e la colonna sonora della serie TV Vikings, vengono accompagnate da strumentazione originale d'epoca vichinga che si fonde con quella moderna e digitale forgiando una suggestiva e coinvolgente performance.

Ragnarök Duo

Rota Temporis (ITA)

Rota Temporis.jpg

I Rota Temporis nascono nel 2007 dall'unione di ragazzi provenienti da diversi campi artistici e dal mondo dello spettacolo, che decidono di promuovere e diffondere la musica storica e medievale con un approccio del tutto nuovo rispetto quello canonico, guardando il genere mittelalter che, a partire dagli anni '90, inizia a diffondersi in Germania.

Dopo quasi 15 anni di esibizioni in giro per l'Europa e una esibizione sul palco del Triskell, tornano a Trieste per animare due serate al suon di tamburi e cornamuse, con un genere tribe ampliato nell'offerta.

Rota Temporis

31 Luglio sabato

Rota Temporis (ITA)

151053996_10158097769358412_480176441145

Seconda esibizione per i Rota Temporis.

 

La band nasce nel 2007 dall'unione di ragazzi provenienti da diversi campi artistici e dal mondo dello spettacolo, che decidono di promuovere e diffondere la musica storica e medievale con un approccio del tutto nuovo rispetto quello canonico, guardando il genere mittelalter che, a partire dagli anni '90, inizia a diffondersi in Germania.

Tamburi e cornamuse per animare il sabato sera!

​​

Rota Temporis

Alban Fùam (ITA)

Alban.jpg

Gli Alban Fùam sono musicisti dalle sonorità Irish, capaci di fondere la musica tradizionale d’Irlanda con influenze del folk contemporaneo e il bluegrass. Dal 2009 hanno iniziato a portare la loro musica sui palchi e in pub di tutta Italia. La band ha ottenuto diversi riconoscimenti.  In un Pub di Galway conoscono Frankie Gavin, il principe dei violinisti irlandesi, dopo un concerto. Frankie diventa fin da subito il loro mentore, incidono una traccia insieme in Italia e nel 2012, aprono un concerto dei DeDannan, la sua band, al prestigioso Teatro Romano di Verona. Nel 2015 pubblicano con l’etichetta discografica Maxy Sound, “Whiskey ‘n Beer” e vincono il premio “miglior proposta musicale” al Festival di Montelago a Macerata. L’album viene inserito nell’Irish Traditional Music Archive di Dublino, e scala le classifiche di iTunes durante il Saint Patrick’s Day. Seguono altri 2 album: “From Galway to Dublin” e nel 2018 "Galway Girl". Sono per prima volta ospiti al Triskell.

Alban Fùam

Erin's Heartbeat Project (SLO)

Erin's.jpg

... la danza e la musica dell'isola verde ...

Uno spettacolo unico di danza e musica che ti porta in Irlanda, nella verde Isola di Smeraldo, con le sue distese naturali e la diversità culturale!
Dall'atmosfera allegra di un autentico pub irlandese, attraverso le melodie mistiche del mondo celtico, alle pompose creazioni di musica dance - dalla vivacità irlandese al sogno celtico. Lo sviluppo e la diversità della danza e della musica irlandese nella storia, saranno presentati dai ballerini della Šola Irskega Plesa e della band Noreia, nostro partner del Festival.

 

Noreia   e  Šola Irskega Plesa

 

1 Agosto domenica