Clan

Clan

I Clan

CLAN”Z” MACAJVAR

Il Clan”Z”MacAjvar fonda le sue ormai forti e durature radici nella notte dei tempi… Era il 1997 quando a Wolf balenò l’idea di riunire in qualche modo gli amici e le amiche più cari che considerava come una famiglia allargata, in un gruppo “trasversale” nel quale tutti potessero riconoscersi. Questo non poteva essere un clan qualunque, doveva distinguersi, così per assonanza decisero di adottare la parola Clanz che nel dialetto triestino sta ad indicare una stradina di campagna. Infine il nome: MacAjvar! (Per chi non lo sapesse, l’Ajvar è una tipica salsa delle zone carsiche che si usa su carni bollite e grigliate).

 

AES TORKOI

L’associazione culturale AES TORKOI di Trieste nasce da un gruppo di persone con la passione comune per la storia, l’archeologia sperimentale e la rievocazione storica.
Dopo accurate ricerche sugli usi, costumi e utensili delle popolazioni galliche della zona del Carso Triestino, del Friuli e della vicina Istria del III-II secolo a.C., riproducono artigianalmente monili, accessori, strumenti bellici e oggettistica di uso comune avviando anche sperimentazioni di natura sartoriale, artigianale, gastronomica nonchè attività schermistiche rievocando così l’antica popolazione Gallica dei Carni.

 

TRE DRAGHI

L’Associazione Culturale Tre Draghi è un gruppo di amici dediti a studiare ed autoprodurre in modo totalmente artigianale oggetti, vestiario ed armi tipici di popolazioni celtiche vissute tra il IV e il II secolo a.C. ricostruendone le attività attraverso l’allestimento di campi storici durante festivals e rievocazioni. Nel particolare l’obbiettivo è di riproporre la vita di una organizzazione sovratribale di guerrieri dell’Europa continentale legati al servizio mercenario e quindi solitamente costretti a spedizioni e movimenti che li portano in un certo momento a stanziarsi provvisoriamente nella regione geografica dell'Arco Alpino Orientale e del Caput Adriae (territori ad oggi suddivisi tra Italia, Austria e Slovenia), zone al tempo abitate da varie popolazioni tra cui quelle celtiche dei Carni, dei Taurisci, dei Catubrini e dei Norici. In questo senso grande rilevanza ha il simbolo scelto per lo stendardo del Clan, definito dagli archeologi “Coppia di Draghi”, che viene spesso fatto ricondurre proprio a popolazioni di questo genere.

CLAN MCMULZ

Il clan nasce dalla passione di Annamaria e Flavio per la cultura celtica e la rievocazione storica, soprattutto riguardo la musica e le danze tradizionali di cui diventano talmente esperti da poterle insegnare con allegria e professionalità, trasmettendo il divertimento e la gioia dei balli Bretoni, Scozzesi e Irlandesi. Sono ormai da tanti anni parte integrante del festival, conducendo degli stage a cui partecipano decine di persone, da assoluti principianti a ballerini provetti.

 

CLAN DEL TORO

Il Clan del Toro è un associazione culturale che si occupa della salvaguardia delle tradizioni celtiche nei luoghi d’origine, con particolare accento sulle tradizioni celtiche venete. L’intento dei soci fondatori è quello di cercare il collegamento tra le varie culture Celtiche Europee attraverso lo studio della storia, delle tradizioni, delle leggende, degli usi e costumi dei popoli Celtici e di ricercare quanto di tutto questo è stato tramandato fino ai giorni nostri, al punto tale da essere ancora presente nella nostra vita quotidiana. La scelta del Toro come simbolo dell’associazione è per ciò che il Toro rappresenta nella cultura Celtica. Infatti il “Tarvus” è animale possente simbolo di prosperità, fertilità, ricchezza, legato profondamente alla terra di origine ma al tempo stesso connesso al cielo attraverso le eleganti corna falciformi protese quasi in ossequio alle divinità.

CLAN LOUGH GUR

Il Clan Lough Gur nasce con la finalità di vivere e far conoscere la cultura e la spiritualità dell’Europa Antica preceltica e degli inizi del periodo celtico che era basata sulla consapevolezza dell’Essenza divina che pervadeva l’intero cosmo e che, di fatto generando la vita, era vista come una Madre, una Dea, non nel senso di un dio femmina ma nel senso del Principio generatore da cui si origina il ciclo vita-morte e rinascita, un sentire presente non solo in Europa ma in tutte le culture antiche del mondo. Il nome prende riferimento dal sito archeologico irlandese di Lough Gur, luogo abitato dal neolitico fino al periodo tardo medievale, nel quale si trovano sia cerchi megalitici che resti celtici. L’animale totem del Clan è la Lontra, che rappresenta l’energia femminile primigenia della Vita, e i suoi elementi sono la terra e l’acqua. Capo Clan è Denise Cannas, sciamana pagana europea, che porta in tutta Europa la testimonianza dell'antica spiritualità europea pre-cristiana, anche in quanto leader e frontwoman del gruppo Uttern, ma si trova anche la figura del Druido, in quanto vuole rappresentare l’incontro fra la cultura megalitica preceltica e la spiritualità della cultura Celtica e l’integrazione in quest’ultima del culto della Dea.

CLAN TRUMUSIO

Il Clan Trumusio nasce ufficialmente il 12 giugno 2021, da un gruppo di amici di vecchia data, tutti con lo stesso identico interesse per la storia, gli usi e costumi del mondo celtico. Katia, la creatrice del Clan, organizza assieme ai membri un evento celtico a Calalzo di Cadore presso il lago di Lagole, nato per rendere omaggio alla divinità che veniva celebrata dal popolo celtico proprio presso il lago anzi, quel lago (delle Tose) , che da lì a poco sarebbe diventato un punto di connessione di quegli amici, "TRUMUSIATE". Con rispetto e devozione, quel nome latino che ha nella radice il numero 3 -tr- ed anche l'unità -mus- che descrive il legame con l'umidità e con l'acqua di quell'area in questione indicata come la triforme, la triplice, Katia lo adatta in TRUMUSIO. Il motto del Clan è: " Nulla succede per caso", la loro pianta benefica e simbolicà è "il biancospino" e come animale totemico, hanno scelto "la volpe", animale che li ha accompagnati fino al lago di Lagole la prima volta. Il clan propone molteplici attività: dai laboratori manuali a quelli musicali, agli stage di danze irlandesi fino ai laboratori creativi per bambini, divinazioni con le rune e le più note unioni con rito celtico celebrate proprio da Katia "Bridge".